P.A.

Efficienza energetica nella Pubblica Amministrazione

I possibili interventi di efficientamento energetico negli edifici della Pubblica Amministrazione sono molteplici, in funzione della destinazione d’uso dell’immobile e dallo stato dell’involucro e degli impianti. Dal punto di vista impiantistico dovranno essere considerati prevalentemente interventi sulla produzione di energia termica, che rappresenta la quota maggiore dei consumi. Nel caso di uffici della PA centrale e locale, le principali azioni di risparmio si concentreranno quindi sul riscaldamento, sulla termoregolazione degli impianti e sul condizionamento estivo. Nelle suole, il perimetro di intervento dovrà considerare soprattutto la riqualificazione dell’impianto di riscaldamento con il corretto dimensionamento e la sua regolazione, in relazione all’utilizzo parziale della struttura in termini di orario e volumi. Il condizionamento, quasi sempre assente (nel 78% dei casi), dovrà essere integrato se si privilegia l’aspetto del comfort. Nel caso di centri sportivi, invece, oltre al riscaldamento degli ambienti si dovrà valutare, ove presenti, la produzione di acqua calda per la piscina e le docce.

Questione di priorità

Per stabilire le priorità di intervento, nella Pubblica Amministrazione è fondamentale, ancora più che in qualsiasi altro ambito, la Diagnosi Energetica, uno strumento necessario anche per accedere agli incentivi. La ridotta disponibilità di risorse economiche richiede, infatti, la definizione di un programma di riqualificazione che comprenda un’attenta analisi costi-benefici, coerentemente con gli obiettivi e la politica energetica adottata.

Alcuni interventi mirati su impianti termici e di illuminazione, spesso rientranti nella manutenzione straordinaria e inseribili nel perimetro dei contratti con le ESCO, consentono tempi di ritorno dell’investimento medio-brevi (3-8 anni), che possono ridursi se supportati da incentivi come il Conto Termico o i Titoli di Efficienza Energetica. Ecco i principali:

  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con tecnologie efficienti (generatori a condensazione, pompe di calore, caldaie a biomassa);
  • installazione di impianti di cogenerazione o trigenerazione;
  • installazione di collettori solari termici, anche abbinati a sistemi di solar cooling;
  • sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore;
  • installazione di sistemi di termoregolazione zonale e contabilizzazione del calore;
  • riqualificazione degli impianti di illuminazione LED;
  • installazione di impianti fotovoltaici sulle coperture;
  • installazione di sistemi BEMS (Building Energy Management System) per il monitoraggio e la gestione in tempo reale dei servizi erogati dagli impianti nell’edificio;
  • ottimizzazioni di tipo gestionale come l’impostazione oculata di orari di accensione/spegnimento, interventi di regolazione e taratura sugli impianti esistenti per portarli alla massima efficienza possibile

Servizi di Progetto-e per P.A.

Altri Settori