Le luci per creare l’atmosfera perfetta in un salone per parrucchieri? È una questione di gusto estetico, ma anche di conoscenze tecniche legate al mondo dell’illuminazione.

Il salone di un parrucchiere è un ambiente destinato ad attività differenti, per cui in tema di illuminazione è bene ricorrere a varie fonti di luce che rispondano alle diverse funzioni. In genere si segue uno schema a più livelli: luci destinate all’illuminazione generale (per esempio lampade da soffitto o parete e piantane che provvedono a fornire un’illuminazione di sottofondo), luci intermedie, che evidenziano una determinata zona, (la zona lavaggi o l’area tecnica), e luci d’accento orientate su oggetti o complementi d’arredo particolari. Una volta c’era la vecchia lampadina che illuminava le nostre case con la sua luce calda. Poi è arrivato il Led e la possibilità di scegliere la temperatura di colore che preferiamo. La temperatura di colore della luce (tonalità) viene normalmente indicata con l’indice CCT (Correlated Color Temperature) e misurata in gradi Kelvin (K). I Kelvin indicati sulle etichette dei LED, quindi, ci dicono come sarà la luce della lampadina che stiamo per acquistare. Le lampadine che tendono al giallo producono una luce più calda, mentre quelle che tendono al blu sono a luce fredda. Ricordiamoci che, più elevato sarà il valore del numero dei Kelvin, più la luce tenderà al blu.

Luce calda

Come possiamo vedere dalla tabella a fianco, se vogliamo una luce calda dobbiamo acquistare una lampadina con una temperatura di colore al di sotto dei 3.300 K. Solitamente la luce bianca calda è quella che viene utilizzata di preferenza nelle case e negli uffici.

Luce neutra

Per un bianco neutro la scelta andrà su una lampadina con valori tra i 3.300 e i 5.300 K. La luce percepita tenderà, in questo caso, in prevalenza al bianco.

Luce fredda

Se vogliamo una luce con un effetto freddo dobbiamo scegliere una lampadina a LED sopra i 5.300 Kelvin. Questo tipo di illuminazione viene solitamente indicata per i grandi spazi aperti al pubblico, come ad esempio i supermercati e gli ospedali, dove ciò che conta di più sono i dettagli e l’efficienza. Anche alcuni ambienti della casa, dipende soprattutto se con un arredamento moderno, possono essere valorizzati dalla luce fredda.

L’Indice di Resa Cromatica

Il CRI (Color Rendering Index) di una sorgente luminosa misura quanto i colori degli oggetti illuminati appaiono reali. Più il CRI è elevato (il limite massimo è 100) e migliore è la resa dei colori degli oggetti illuminati. Ma già quando supera la soglia degli 80, il CRI diventa accettabile per una normale illuminazione, restituendo i colori naturali degli oggetti in maniera fedele.

Semplice esempio per comprendere al meglio il CRI

Quindi quale luce è da scegliere?

Ovviamente la scelta della temperatura di colore dipende dalle vostre preferenze personali e dalle esigenze di illuminazione del luogo in cui utilizzeremo la lampadina. La luce e il colore influenzano il nostro benessere e il nostro stato psicologico, e la comprensione di questa correlazione è importante per creare spazi che siano davvero “human-centric”. La teoria del colore può essere un po’ soggettiva, e le reazioni che suscitano i vari colori nelle persone varia in base alle preferenze personali e al background culturale. L’impatto della tonalità della luce è soprattutto psicologico. Alla luce fredda vengono associate sensazioni di maggiore ordine e pulizia, alla luce calda quelle di accoglienza e calore. La luce ideale per i saloni di acconciatura è la via di mezzo: una luce troppo calda uniforma troppo i colori del salone, mentre una luce troppo fredda falsa i colori delle tinture e del make-up. La giusta temperatura del colore della luce dovrebbe essere compresa tra i 3000 e i 4000 gradi Kelvin. Meglio dunque scegliere una soluzione di luce neutra. Inoltre è bene ricordare che dal punto di vista energetico, il passaggio da luce a neon a luce a Led è certamente un passo importante, che ha consentito una notevole riduzione dei consumi e che, grazie ad una maggiore durata nel tempo, ha diminuito i costi di manutenzione. Per questo è molto importante rivolgersi alle aziende di settore per una consulenza anche sull’illuminazione con soluzioni personalizzate.

Che prodotti scegliere?

Come Progetto-e ti proponiamo alcuni prodotti perfetti per l’illuminazione a Led nel tuo salone per creare la giusta atmosfera dedicata al benessere tuo e del tuo cliente. Come primo prodotto ti proponiamo la Reglette: apparecchio per illuminazione LED altamente efficiente e affidabile, che offre un’eccellente qualità della luce e una distribuzione uniforme, senza striature visibili né difetti del colore. Proprio per queste qualità risulta un prodotto perfetto per il tuo salone da parrucchiere. Poi abbiamo i nostri Led Panel che sono i migliori alleati per i tuoi grandi spazi. Ingombro molto ridotto e una potenza da lasciare a bocca aperta. Ottimi per tutti i tipi di saloni. Disponibili ad incasso, sospensione o con il nuovo “case”. E infine abbiamo i Downlight Led che ha un design che permette una distribuzione della luce omogenea in un fascio luminoso di 90º. Si usa principalmente in spazi in cui si svolgono delle attività che impiegano molte ore al giorno come il negozio di un parrucchiere e in questi luoghi, svolge un ruolo fondamentale come elemento di illuminazione generale.

 

 

Contattaci per info e preventivi

Compila il modulo sottostante per richiedere informazioni o per un preventivo GRATUITO e SENZA IMPEGNO oppure chiama subito il nostro numero verde



Accetto il trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/03. | Politica di Privacy.